Lifestyle

5 GRANDI CONSIGLI PER SOPRAVVIVERE AL NATALE ED USCIRNE MIGLIORI

Queste festività Natalizie sono prima di tutto, una dimensione umana, una grandissima occasione per decidere se stare meglio o stare peggio, non è tanto importante che cosa succede al Natale, ma l’attitudine con la quale lo si affronta. L’atteggiamento è proprio uno dei simboli del Natale, la Luce che vince sul buio, un momento in cui da millenni, i nostri antenati, hanno festeggiato l’allungamento delle giornate, il Sol Invictvs, la rinascita.

Per noi comuni mortali, può rappresentare la scelta, come quella di tagliare i rami secchi della nostra vita, e cambiare atteggiamenti sbagliati, privi di amore per se stessi e per gli altri. Mentre si affronta il periodo più buio dell’anno, il freddo incomincia a far rabbrividire, prendono vita quasi magicamente le luci di Natale, e questo ci fa necessariamente fare i conti con degli aspetti nei quali brancoliamo, renderci conto che può essere un momento di bilancio, ciò che è entrato da poco nella nostra vita, e la stella che mettiamo sopra l’albero è proprio questa scelta, chi vuoi Essere e cosa desideri tenere di buono dentro la tua vita, ciò che ti fa stare davvero bene.

Dopo tutto questo preambolo, sopravvivere invece ai cenoni delle feste ti sembra ancora impossibile?

Espira, inspira e pensa, si può sopravvivere anche a questo e qui di seguito svelo qualche trucco da applicare durante questo periodo.

Molte persone mi chiedono sempre come mi comporto io in queste occasioni, e una cosa che mi piace sottolinearli è che se in precedenza si è svolto un buon lavoro con allenamento e alimentazione, non sarà certo qualche giorno di sgarro a rovinare tutto, anzi, potrebbe rappresentare una piacevole pausa distensiva, con ampio benessere di una ricarica psicologica, un corpo ben allenato e ben nutrito sviluppa, o meglio, recupera la sua capacità di gestire il cibo, indirizzandolo principalmente verso le zone giuste, vale a dire i muscoli, e meno verso quelle sbagliate…;-)

Se durante l’anno dimostro agli altri solerzia e costanza (ma anche a me stesso) che non mollo mai, in questi periodi la mia mentalità è abbastanza più rilassata. Diciamo che anche se trovo comunque ammirevole la voglia di allenarsi che dimostrano i più irriducibili, mi godo volentieri le feste, magari riposando con tono, facendo delle passeggiate, in luoghi che non conosco, magari in montagna, riscoprendo la natura e l’armonia con se stessi e con gli altri.

Per evitare shock troppo gravi, ecco qui cinque ottimi consigli che ti faranno prendere il rientro dopo le feste di Natale con tutt’altro sapore:

Punto 1: Non s’ingrassa da Natale a Capodanno, ma da Capodanno a Natale

Se uno si allena e mangia bene tutto l’anno, può permettersi di controllare il proprio regime d’alimentazione e fermare l’allenamento per un po’ di giorni. Ciò vuol dire avere la sufficiente forza di volontà da considerare quello stop una pausa di riposo benefica e non un ‘mollare’ dettato dalla pigrizia. Questo per dire, che non sono 4 giorni di festa che compromettono una dieta o ci fanno ingrassare, ma le abitudini alimentari di tutto l’anno, degli altri 360 giorni che rimangono. L’aumento leggero di peso che si avrà alla fine dei giorni di festa è dovuto principalmente dall’aumento di glicogeno (e quindi anche di liquidi) nei tessuti e nei muscoli.

 

Punto 2: Dieta libera esclusivamente nei giorni festivi

Prendiamo ad esempio i giorni della cena del 24 sera , pranzo del 25, pranzo del 26, cena del 31, pranzo di giorno 1. In questi giorni assaggia piccole porzioni di tutto ma senza esagerare. Praticare un digiuno tra un pasto ed un altro è una soluzione per mitigare i danni poiché una pausa dal cibo permette all’organismo di smaltire le tossine, ad esempio terminare la cena e passare al pranzo, saltando la colazione è un digiuno relativamente facile, magari approfittando di bere infusi di acqua aromatizzata (al cetriolo, al limone, allo zenzero). Ma ricorda che le feste sono momenti gioiosi per incontrare altre persone che forse non vedevi da tempo, “sazia” il cuore nell’ascoltare e parlare con gli altri, “gusta” questi attimi con serenità, non pensando solo alle pietanze.

 

Punto 3: bevi molti liquidi durante la giornata

Migliorerà la tua digestione e ti aiuterà ad eliminare le tossine,  ad esempio con un buon the verde depurativo o con delle tisane, inserisci una centrifuga o estratto, per darti quella sensazione di “pulizia” e leggerezza che ti farà affrontare in modo più lucido il momento del convivio. Durante il pasto bevi almeno un bicchiere d’acqua per ogni bicchiere di vino o spumante, gli alcolici portano calorie e fanno trattenere liquidi, in questo modo si aiuterà il fegato a smaltire l’alcool, in modo da ripristinare i fluidi perduti ed espellere almeno una piccola parte di etanolo.

 

Punto 4: Evita i bis ed i piatti troppo elaborati

Nei brindisi opta per un vino leggero. Se ne hai la possibilità, creati dei piatti unici in cui mettere più assaggi delle varie pietanze e bilancia tra loro verdure, carboidrati e proteine in modo che le verdure siano almeno la metà del piatto, e l’altra metà venga divisa tra un secondo (magari abbondando) e (se proprio devi…) un primo.

 

Punto 5: Fai più Movimento possibile

Fai di tutto per trovare il modo di fare attività fisica, anche ogni giorno, meglio se in un orario che preceda i pasti. Ad esempio una passeggiata veloce di 30 minuti la mattina di Natale, o una sessione intensa di HIIT (Interval Training) anche solo di 10 minuti. E così anche nei giorni precedenti e nei successivi. Mantenere i muscoli attivi ti aiuterà, più che a bruciare calorie, a migliorare il partizionamento calorico a favore delle masse muscolari e a discapito del tessuto adiposo.

 

Ma adesso basta pensare al cibo, sono giorni preziosi in cui hai la possibilità di stare con le persone a te care, quindi sposta l’attenzione e concentrati sul vero significato, il dono, e non preoccuparti del resto. Regala le tue attenzioni, ascolta chi è importante affianco a te. Ci sono cose più importanti del cibo o di un piccolo aumento di peso sulla bilancia.  Regalati dei momenti di relax completo. Un bagno caldo con le candele, un libro e la propria musica preferita, una passeggiata nella natura, un massaggio rilassante. Anche dando a quell’organo importante, il cervello, fantastico organo da onorare, quelle emozioni che effettivamente desidera e vuole. È un ottimo modo per volerti bene, di riflesso, magari organizzando qualcosa di speciale,  per ricordare queste giornate con un sorriso, qualsiasi modo di rilassarsi e staccare completamente.

Non c’è migliore “difesa personale” nella vita, se non nell’essere amorevoli con chi ti è vicino, nell’essere amati, nell’imparare qualcosa di nuovo ogni giorno, e nel (sor)ridere di più.

Ricordando che emozioni positive e attenzioni sono doni preziosi che non hanno Valore, che abbiamo tutti da dare, e non costano nulla.

Buon feste a tutti! 

Nessun commento

Lascia un commento