Lifestyle

LE RIFLESSIONI DEL MAESTRO MATJAN ACADEMY – 14

77364250_10218924891260738_6719878764437700608_n

“Maestro, comincio a pensare che c’è qualcosa che non va, o sono negato…mi corregge di continuo, ed anche quando penso che la mia tecnica sia perfetta, lei ha qualcosa da correggermi…”

“Forse puoi credere sia perfetta con quello che ti ho insegnato, ma soprattutto hai compreso finora. Ma non lo è se pensi a tutto ciò che puoi apprendere ancora da Me. Il Maestro è colui che ti dice quello che non vuoi sentirti dire, per farti diventare quello che Vuoi diventare!”

Il più grande errore consiste nel voler vedere il risultato prima di metterci il dovuto impegno.

In tutta la mia vita ho saputo bene che questo non fosse possibile; non desideravo fuggire dalle mie ombre, anzi volevo incontrarle e affrontarle proprio per spingermi oltre.

Invece molti vorrebbero un Maestro che li faccia sentire speciali per come già si sentono, senza fastidiosi stimoli o rimproveri. Vorrebbero qualcuno che, con una certa autorità divina, possa benedirli per continuare a vivere esattamente come hanno sempre fatto, con i loro demoni dentro la testa, le loro ipocrisie ed egoismi.

Nessuno lo nega, è certamente raro incontrare un vero Maestro.

Chissà perché, però, nessuno si pone mai questa domanda: sono un vero allievo?

Già, perché è troppo facile lamentarsi di non trovare il giusto Maestro (oppure trovarne uno di dubbia serietà ma far finta di niente…) senza provare a mettere in discussione anche se stessi.

Il Maestro ti obbliga a ripetere la tecnica mille volte, ad impararla, ti fa strisciare con il viso per terra finché non è sicuro che l’hai davvero appresa, se è un vero Maestro.

Anche tra coloro che si considerano allievi, che pensano di amare veramente il loro Maestro che ha fatto tanto per loro, a volte non realizzano che con i loro: “se, ma io ho visto in un video…, ma io credo che per me sia meglio fatto così…”; il Maestro sta lentamente bruciando per dargli qualcosa d’importante per loro, per trasmettere la sua stessa essenza.

Essenza di un baule ricolmo delle sue esperienze, le sue ricerche e le sue deduzioni, fatte col passare di molto Tempo e con molti Maestri, che hanno fatto lo stesso con Lui, cosa talmente preziosa da non avere prezzo al giorno d’oggi.

Quante persone possono comprendere il rapporto tra Maestro e Allievo? Quasi nessuna. Se lo stesso allievo a volte non può comprenderlo, come potrebbe capirlo un estraneo?

Allora cosa si potrebbe fare?
Semplice, iniziare con il porsi la domanda corretta: “MI COMPORTO COME UN ALLIEVO, O VOGLIO IMPARARE SOLO CIÒ CHE MI PIACE E CHE SONO CONVINTO DI SAPER GIÀ FARE?”

Solo così a poco a poco, si comprenderà sempre di più quale grotta ricca di tesori gli ha offerto il Maestro, anche se a volte capirlo ha spesso il sapore di una medicina amara.

Soltanto allora riuscirà a ricevere ciò che il Maestro vuole trasmettergli intensamente.

E chiamarlo Maestro avrà raggiunto per lui il suo più alto Significato.

FORZA!

🤜🏼⚡️🤛🏼

Nessun commento

Lascia un commento