Silat al Cinema

RED ZONE – 22 Miglia di Fuoco (2018)

55082

All’inizio del film una squadra speciale della CIA fa irruzione in un nascondiglio e in ciò uccide quasi tutti compreso un ragazzo che era scappato dalla finestra . Il ragazzo consiglia di non sparargli ma il capo della squadra James Silva non esita nonostante l’ammonimento , e su questo particolare apparentemente insignificante per gli eventi successivi della trama si sviluppa tutta la vicenda. Li Noor (Iko Uwais) si presenta all’ambasciata americana in Indonesia con un dispositivo che dovrebbe far detonare delle bombe simili in potenza a quelle atomiche , se non si acconsente a portarlo negli USA come richiedente di asilo politico. Niente di che se non fosse che lungo la strada killer spietati del suo governo cercheranno di fargli la pelle affrontando la stessa squadra dell’inizio del film.

Uwais ci mostra ovviamente le sue abilità nel silat strada facendo ricordare a tutti di cosa sia capace. Con o senza manette. Dalle gole tagliate sul finestrino di un’auto infranto fino ai colli rotti con un suplex, l’attore indonesiano interprete dei The Raid e Headshot non spreca alcuna opportunità di infierire con punizioni acrobatiche sui cattivi di turno.

 

Nessun commento

Lascia un commento