Lifestyle

UN CUORE GRANDE COSI’

45311422_1907948509260560_4114173362094211072_n

Caserta, anno 2003.
Ero appena sceso dal ring, dopo aver vinto un match di Muay Thai Amatoriale per K.O. con un calcio frontale allo stomaco.

Quando mi accorsi di questa figura che durante la giornata di gare, camminava con le mani in tasca della giacca, con lo sguardo fisso sul ring, senza mai parlare con nessuno, come una figura aleatoria che non voleva essere disturbata da ciò che osservava con tanta attenzione, al che’ mi si avvicino’ e pronunciò: “sei forte, passa al Professionismo. Ma scendi di categoria di peso, puoi vincere tutto così.”
Ti risposi allora un po’ ironicamente che sarebbe stato difficile, perché “mi piaceva mangiare…”
Allora abbozzasti un sorriso per la mia battuta e dicesti: “Vai a correre tutti i giorni, noi in Thailandia facciamo così…”

Ci facemmo un sorriso d’intesa, poi senza dire più nulla, ti voltasti e ti allontanasti, tornando nel tuo mondo silenzioso e solitario dove nessuno poteva entrarvi.

Quando chiesi chi fosse quello sconosciuto, mi dissero del grande Campione che eri, che nel 2000 avevi vinto il campionato europeo di Muay Thai e quello mondiale l’anno successivo, riuscendo così a venire ammesso in un combattimento, poi vinto, nello Stadio Lumpini di Bangkok, il primo italiano ad esserci riuscito!

 

Devo ammettere che mi sentii orgoglioso per molto tempo, del fatto che trovasti il modo di venire al mio angolo del ring, per darmi le tue impressioni sull’incontro. Potevi anche non dirmi nulla, visto che non ci conoscevamo, ma hai preferito farlo, e mi facesti sentire un po’ speciale.

Ed io, come quel giovane inesperto che ero, ancora ti Ringrazio.

Non ci furono più occasioni per vederti, alcune voci mi dissero che ti trasferisti stabilmente in Thailandia aprendo un tuo Camp d’allenamento personale a Pattaya, ma ho sempre saputo che salivi ancora sul ring, nonostante l’età, a tempestare qualche malcapitato.

Che “grande Cuore” che avevi. Pieno di Coraggio.

Una delle cose belle che scoprii in Thailandia e’ che la sconfitta non e’ cosi’ grave, non ha molta importanza: “mai ben rai” dicono loro,  inteso come vincerai “la prossima volta”. Per i Thailandesi la cosa piu’ importante e’ che il vero combattente abbia un “grande cuore” poi viene tutto il resto.

Christian, hai vissuto come desideravi ogni giorno, e te ne sei andato sul luogo che hai sempre adorato, il ring.

Sono più che sicuro che da grande Campione, era quello che volevi fare.

Lasci tanti amici, una famiglia, gente che ti stimava, tutti senza parole.

Come me.
Guerriero nella vita e nello sport,
che la Terra ti sia lieve.

45186513_737709949912344_8951751922734333952_n

 

 

 

Nessun commento

Lascia un commento